Accesso ai servizi

RACCOLTA OLII VEGETALI

Olio alimentare vegetale esausto


PER RIFIUTO DA OLIO ALIMENTARE SI INTENDE

• olio usato in cucina per friggere;
• olio di conservazione dei cibi in scatola;
• altri residui di oli e grassi alimentari scaduti (ad esempio la margarina o il burro) Questi rifiuti sono particolarmente inquinanti per l'ambiente:
• per il sottosuolo, rendendo inutilizzabili pozzi di acqua potabile anche molto lontani, un litro di olio inquina un milioni di litri di acqua potabile;
• per la flora, formando un film che impedisce alle radici delle piante l'assunzione delle sostanze nutritive;
• per qualsiasi specchio d'acqua, formando una pellicola che impedisce l'ossigenazione, e compromettendo l'esistenza della flora e della fauna;
• per i depuratori, limitando l'ossidazione biologica che costituisce il principio depurativo e pertanto influenzandone il corretto funzionamento.



Per tali motivi solo un corretto e controllato smaltimento dell'olio vegetale esausto può garantire la salvaguardia dell'ambiente.

Come molti altri residui anche l'olio vegetale usato può rappresentare, se raccolto in modo differenziato dagli altri rifiuti, oltre che vantaggi di carattere ambientale anche una fonte di risparmio energetico perché è possibile, dopo corretti processi di rigenerazione, un suo riutilizzo industriale.

Dopo un processo di winterizzazione si ottengono oli per uso industriale oppure dopo un processo di esterificazione si ottiene biodiesel.

Gli olii vanno raccolti in contenitori di plastica a perdere come le bottiglie precedentemente usate per bevande o alimenti (ad esempio le bottiglie vuote dell'acqua o altre bevande in generale), ben chiuse con il loro tappo.
Una volta pieni i contenitori possono essere svuotati presso l'ecocentro comunale, nell'apposito contenitore per la raccolta dell'olio.





Ignora collegamenti di navigazione