Accesso ai servizi

ASSEGNO DI MATERNITÀ

Cos'è'?
L'assegno di maternità concesso dal Comune e pagato da INPS è riconosciuto alle mamme che non hanno tutela previdenziale e possegono un indicatore della situazione economica (ISEE) non superiore a € 17.416,66. L'importo complessivo dell'assegno è pari ad € 1.740,60 per i nati nell'anno 2018. Tale importo viene aggiornato di anno in anno dal Ministero.

Importo degli assegni
L’importo dell'assegno è di € 1.740,60 totali e può essere erogato per ogni figlio nato o per ogni minore adottato o in affidamento preadottivo. L’importo può variare nel caso in cui venga concesso come differenza tra la quota percepita in virtù di altre prestazioni e la misura intera prevista. L’interessata deve indicare sulla domanda una delle seguenti modalità di pagamento:  bonifico bancario o postale (con specifica indicazione dell’IBAN).

Chi lo può richiedere?
Il beneficio spetta alla cittadina italiana o cittadina comunitaria oppure appartenente a Paesi Terzi in qualità di cittadina. Il quest'ultimo caso, la cittadina extracomunitaria deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:
  • titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • familiare di cittadini italiani, dell'Unione Europea o di cittadini soggiornanti di lungo periodo non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • rifugiata politica (oppure un suo familiare o superstite);
  • titolare della protezione sussidiaria;
  • cittadina/lavoratrice del Marocce, Tunisia, Algeria e Turchia;
  • titolare del permesso unico per lavoro o con autorizzazione al lavoro, ad eccezione delle categorie espressamente escluse dal D.Lgs. 40/20214;
  • che abbia soggiornato legalmente in almeno due Stati membri;
  • apolide.
Requisiti
  • avere un valore ISEE (indicatore della Situazione Economica Equivalente), non superiore a Euro 17.416,66 (per ottenere la certificazione I.S.E.E. il richiedente può rivolgersi ai CAF - Centri Assistenza Fiscale);
  • essere genitore di figlio naturale, o in affidamento preadottivo, o in adozione senza affidamento nell’anno;
  • non beneficiare di altri trattamenti previdenziali fatto salvo l’eventuale diritto a percepire la eventuale quota differenziale.
Presentazione della domanda
La domanda va presentata entro sei mesi dalla data di nascita del figlio/a oppure, in caso di affidamento preadottivo o di adozione senza affidamento, entro sei mesi dal momento dell’ingresso del minore nel nucleo familiare.

Per informazioni generali e per presentare la domanda ci si potrà rivolgere presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune di Noventa Vicentina presso Piazza IV Novembre (sotto i portici).
  • Tel 0444-860576
  • Orario per il pubblico: martedì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00
Documenti allegati:

Ignora collegamenti di navigazione